“Tutto nella donna è un enigma,
ma tutto nella donna ha una soluzione:
questa si chiama gravidanza.”
(Friedrich Wilhelm Nietzsche)

Sono già quasi a metà strada della mia seconda gravidanza, e mi sembra pazzesco come il tempo stia volando! Come non voglio fare progetti sul mio lavoro dopo la maternità (ho affrontato il problema gravidanza e lavoro nel mio precendente post che potete leggere qui ) così non voglio già fasciarmi la testa con parto, notti insonni, e tutti gli acquisti da fare. Voglio invece godermi pienamente giorni, settimane e mesi di questa dolce attesa.

Finalmente ritrovo più energia e più voglia di essere attiva e anche di tornare a scrivere. Per iniziare, ho pensato di tenere un diario della gravidanza da condividere con voi e da rileggere più avanti. Avrei voluto scriverlo ogni settimana, ma è stato davvero faticoso all’inizio. Così ho deciso che per questo primo post farò un riassunto dei primi tre mesi.

Come mi sento?
Neanche a dirlo i primi tre mesi mi sono sentita stanca e assonnata. Tutto il giorno desideravo il letto e la mattina era davvero una gran fatica abbandonarlo. Molto spesso la sera, prima di mettere il mio bambino a nanna, accendevo il computer con la speranza di sedermi a scrivere. La maggior parte delle sere finivo nelle braccia di Morfeo anche prima di Roman. Ora ricomincio a riacquistare le forze.

Nausee e voglie 
Ho avuto nausee continue per tutto il primo trimestre, ma per fortuna tutte controllabili. Come per la mia prima gravidanza, acqua frizzante e acqua seltzer sono state la mia salvezza!
Molto spesso ho avuto una voglia fortissima di dolce e una volta, dopo aver aperto tutti gli sportelli della cucina senza successo, sono dovuta uscire a comprare una pastarella!
Una volta mi è venuto un gran desiderio di senape mentre ero Walmart, per fortuna, perché a casa non l’avevo. La senape non è infatti un alimento che consumo regolarmente, anzi.
Per più di due settimane sono stata ossessionata dalle cipolle fritte, onion rings e anche le patate fritte sono entrate nei miei desideri.
Ho cercato comunque di alternare queste leccornie a cibi più salutari e genuini. Ho arricchito la mia dieta di frullati di frutta e verdura e preso quotidianamente le mie vitamine.

Come mi vedo

Rispetto alla prima gravidanza, mi sono vista meno bella, più stanca in viso, con meno forze. Ho avuto molti brufoli e pelle poco uniforme. La pancia è uscita fuori praticamente prestissimo (anche se agli altri sembra piccolina!) e ho fatto un po’ di fatica a nasconderla all’inizio, ciò nonostante ho potuto indossare per tutto il tempo gli abiti di sempre.

Esercizio fisico

A parte qualche camminata con Peanut e i fine settimana passati a Wildwood, dove l’esercizio fisico è davvero senza sosta, non ho fatto molta ginnastica. La stanchezza ha preso il sopravvento, ma spero di mettermi in forma presto, perché sono terrorizzata dal mal di schiena e dalla sciatica. Si salvi chi può!

Come è stata accolta la notizia

Mio marito ed io abbiamo tenuto la notizia nascosta (quando abbiamo potuto, perché alcune amiche l’hanno notato subito che ero diversa) per i primi tre mesi. Tutti sono stati molto felici ed emozionati.
Roman non ha capito molto bene, ma sa che c’è un baby nella mia pancia e la bacia spesso. Chissà come reagirà quando vedrà il pancione crescere sempre di più e i vari movimenti.

IMG_0665

Per questo primo trimestre è tutto o quasi.
Al prossimo aggiornamento.

Alessandra